Deglutire bene ad ogni età


Con l’avanzare dell’età
, lo sappiamo, il nostro organismo inizia a “perdere qualche colpo”, ed alcune funzioni cominciano a crearci dei problemi. E’ così anche per la deglutizione, un atto prevalentemente automatico, che siamo abituati a dare per scontato. In questi casi, si parla di presbifagia.

Ecco allora alcuni preziosi consigli per mangiare e bere in modo sicuro:

il pasto deve essere un piacere, non una maratona. Quindi sedetevi, prendetevi il tempo che vi serve, masticate a lungo prima di deglutire: è un comportamento che incrementa la sicurezza della deglutizione perché un bolo ben preparato scivola meglio lungo la faringe; inoltre migliora la digestione.

evitate di mangiare in un ambiente rumoroso ed affollato: aumenta lo stress e non vi permette di concentrarvi sul cibo.

Non si parla mentre si mangia: non è certo da persone educate mostrare a chi siede a tavola con voi cosa sta succedendo al cibo nella vostra bocca…quindi ricordatevi di masticare a bocca chiusa e di mandare giù con calma: prima di iniziare a parlare, il boccone deve essere stato interamente deglutito!

Se iniziate spesso a tossire quando bevete, probabilmente avete in parte perso la capacità di coordinare correttamente la muscolatura deputata alla deglutizione, e dovete quindi stare un po’ più attenti a come assumete i liquidi: non bevete reclinando il capo all’indietro (ossia direttamente dalla bottiglia), ma assumete la bevanda a sorsi discontinui, riprendendo a respirare tra un sorso e l’altro.

– Infine, evitate i cibi molto secchi e stopposi, che tendono a fare molti residui orali e a rallentare la deglutizione, aumentando il rischio di aspirarne alcune parti nelle vie aeree.

La deglutizione, come tante altre funzioni del corpo, tende a peggiorare un pochino alla volta già dai 50 anni, e pertanto non c’è da stupirsi se molte persone lamentano qualche disturbo nel transito del cibo lungo le prime vie digerenti. E’ quindi importante ascoltare i segnali del nostro corpo e, se necessario, contattare il proprio medico per eventuali accertamenti.

Tags , , , , , , ,

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *